Proiezioni 18 e 24 maggio 2024


SABATO 18 maggio 2024 h. 21.15 – IL LAGO DI VARESE e LA PALUDE

Due proiezioni presso ORATORIO DI CAZZAGO BRABBIA (PIAZZA LIBERTA’ vicino al Comune), parcheggiare nei pressi del comune o della chiesa. Le proiezioni raccontano il passato del lago di Varese, attraverso la voce di Luigi Giorgetti (detto il Negus), e la biodiversità faunistica della Palude Brabbia vista attraverso gli occhi dei naturalisti che qui fanno ricerca. Proiezioni all’interno della rassegna cinematografica “Di terra e di cielo 2024”. GRATUITO

UN PASSATO SCRITTO NELL’ACQUA:
intervista a Luigi Giorgetti
di Massimo Valerio, Italia 2023, 35’
Luigi detto il Negus è un pescatore professionista del Lago di Varese, uno dei pochissimi testimoni di un’attività fiorente che dava lavoro a numerose famiglie. Siamo saliti sulla sua barca per vederlo pescare e farci raccontare i suoi 80 anni di vita sulle acque del lago tra emozioni e fatiche in un ambiente in profondo cambiamento.


a seguire, LA FAUNA DELLA PALUDE – da “Vita da Oasi”
Riserva Naturale Palude Brabbia, di Massimo Valerio, Italia 2023, 45’
Conosciuta soprattutto per l’avifauna legata agli ambienti acquatici, la palude offre rifugio anche a molte altre specie faunistiche alcune delle quali vengono monitorate da esperti che ci raccontano come avvengono i censimenti tra nuove tecnologie e tradizionali conteggi. Voleremo a pelo d’acqua sulle ali di falchi di palude e libellule alla scoperta di questo prezioso ambiente e della sua peculiare fauna.


VENERDI’ 24 maggio 2024  h. 21.15 – LA PALUDE IERI e OGGI

Due proiezioni all’aperto, sagrato della Chiesa di Inarzo, due documentari che mettono a confronto il passato della palude, attraverso il racconto di Angelo Daverio, e l’evoluzione ambientale attuale spiegata da naturalisti e biologi che da anni ne osservano i cambiamenti. Proiezioni all’interno della rassegna cinematografica “Di terra e di cielo 2024”. GRATUITO.

IL PROFESSORE DELLA PALUDE:
intervista ad Angelo Daverio
di Massimo Valerio, Italia 2023, 25’
Angelo ha legato la storia della sua vita alla Palude Brabbia, i suoi momenti dopo il lavoro in fabbrica erano dedicati alla pesca nella tranquillità degli stagni tra il volo delle anatre in primavera e il ghiaccio invernale. Testimone di un passato in cui una piccola economia contadina ruotava attorno agli ambienti palustri tra la raccolta della lisca, l’escavazione della torba, la coltivazione di fiori acquatici e la pesca. Grazie al suo racconto si percepiscono i grandi cambiamenti ambientali e sociali che hanno modificato la palude negli ultimi sessant’anni. Angelo deve Il suo soprannome “il professore” alla grande esperienza nel percorrere il cuore di questi ambienti tra canneti e stagni dove non esistono sentieri tracciati ed è facile fare un tuffo nell’acqua!


A seguire, AMBIENTI PALUSTRI IN EVOLUZIONE
da “Vita da Oasi” Riserva Naturale Palude Brabbia, di Massimo Valerio, Italia 2023, 30’
La palude è un mosaico di ambienti in continua evoluzione, le così dette “terre tremanti” oggi corrono il rischio di una trasformazione che porta questo prezioso ecosistema all’interramento. Un racconto condotto da naturalisti e biologi attraverso le immagini suggestive dei paesaggi palustri per spiegare cosa sta avvenendo e quali interventi, anche molto sperimentali, si stanno realizzando per conserva- re questo habitat unico.
La riserva è stata tra le prime realtà in Italia ad utilizzare un apposito mezzo anfibio che riesce a farsi strada tra acqua e fango e gli intricati canneti della palude. Grazie ad un’abile regia saremo immersi nel vivo di queste sperimentazioni cogliendone difficoltà e successi!
I due documentari vogliono raccontare la ricchezza naturalistica e i cambiamenti ambientali e sociali che hanno caratterizzato il lago di Varese e la palude, due aree umide parte di un unico ecosistema dal delicato equilibrio ecologico.


Gli eventi sono gratuiti e non necessitano di prenotazione